ANGRI – INCIDENTE SUL LAVORO, SI TRANCIA UNA MANO, STABILI LE SUE CONDIZIONI

Incidente mercoledì pomeriggio a Scafati, dove Francesco Cuccurullo, operaio di Angri, stava lavorando su una macchina che produce lamiere forate.

Per cause ancora al vaglio degli inquirenti si è tranciato la mano dell’arto sinistro.

Francesco, 54 anni, operaio specializzato dell’azienda, è stato immediatamente soccorso dai colleghi dell’officina per essere trasportato all’ospedale di Nocera Inferiore, per le prime cure, ma si è ritenuto opportuno il trasferimento presso l’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli dove appena giunto in serata è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, che gli è costato l’amputazione anche di una parte dell’avambraccio.

Le sue condizioni dopo aver trascorso la notte restano stabili, “Franco”, è riuscito a superare quegli attimi che lo hanno visto protagonista del terribile incidente.

Ora dovrà avere solo la forza di continuare ad affrontare la vita, superare i sentieri piu’ difficoltosi, proprio in queste ore è stato raggiunto da molte chiamate di amici e parenti, tutti si sono stretti intorno alla famiglia di Cuccurullo, un ragazzo con uno spirito combattivo, inventivo, sempre disponibile.

Proprio alcuni giorni fa, aveva ricevuto un attestato come “Accompagnatore di Escursionismo” (AE), quale competente ad operare in modo autonomo nell’ambito delle difficoltà escursionistiche.

Grazie a lui per questa passione, ha accompagnato molti amici e conoscenti da montagna a montagna in questa avventura, un titolo di prestigio che lo qualifica come esperto dei sentieri montani.

Riprenditi presto Campione, abbiamo bisogno di te!!!