Angri – Il nuovo calendario per il conferimento dei rifiuti!

Con delibera N° 21 del 5 Febbraio 2019, la Giunta Comunale approva l’ atto di indirizzo per l’aggiornamento del regolamento comunale per la gestione dei rifiuti solidi urbani.

I comuni concorrono a disciplinare la gestione dei rifiuti urbani con appositi regolamenti che, nel rispetto dei principi di trasparenza, efficienza, efficacia ed economicità e in coerenza con i piani d’ambito adottati ai sensi dell’articolo 201, comma 3, stabiliscono in particolare:

  1. le misure per assicurare la tutela igienico-sanitaria in tutte le fasi della gestione dei rifiuti urbani;
  2. le modalità del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani;
  3. le modalità del conferimento, della raccolta differenziata e del trasporto dei rifiuti urbani ed assimilati al fine di garantire una distinta gestione delle diverse frazioni di rifiuti e promuovere il recupero degli stessi;
  4. le norme atte a garantire una distinta ed adeguata gestione dei rifiuti urbani pericolosi e dei rifiuti da esumazione ed estumulazione di cui all’articolo 184, comma 2, lettera f);
  5. le misure necessarie ad ottimizzare le forme di conferimento, raccolta e trasporto dei rifiuti primari di imballaggio in sinergia con altre frazioni merceologiche, fissando standard minimi da rispettare;
  6. le modalità di esecuzione della pesata dei rifiuti urbani prima di inviarli al recupero e allo smaltimento;
  7. l’assimilazione, per qualità e quantità, dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani, secondo i criteri di cui all’articolo 195, comma 2, lettera e), ferme restando le definizioni di cui all’articolo 184, comma 2, lettere c) e d).

“L’emergenza rifiuti e i problemi legati al sistema che mi hanno indotto a proporre alla giunta comunale un nuovo provvedimento per ottimizzare le forme di conferimento, raccolta e trasporto dei rifiuti” le dichiarazioni dell’assessore all’ambiente Maria Immacolata D’Aniello. “Un nuovo calendario quindi per la raccolta dei rifiuti che interesserà la cittadina doriana nei prossimi giorni. Questo assessorato intende migliorare la quantità e la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti urbani, al fine di migliorare le prestazioni ambientali del territorio e di puntare ad incrementare la percentuale della raccolta differenziata che deve raggiungere il 65%. I comuni sono tenuti a fornire alla regione, alla provincia ed alle Autorità d’ambito tutte le informazioni sulla gestione dei rifiuti urbani da esse richieste”, ha poi continuato l’assessore.