Angri – Fondi anticrisi, a comuni e province, tra i beneficiari anche la città doriana

Dopo i circa i 6 miliardi già distribuiti nei mesi scorsi, saranno assegnati ulteriori 40 milioni in favore dei comuni più colpiti dall’emergenza Covid-19 e 500 milioni destinati alla spesa sociale ed al trasporto scolastico di comuni e Province.

Lo scorso Giovedì (15 Ottobre) nella Conferenza Stato-città, presieduta dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, è stata raggiunta l’intesa riguardo al decreto di riparto del fondo di 40 milioni di euro per l’anno 2020, finalizzato al finanziamento di interventi di sostegno di carattere economico e sociale in favore dei comuni individuati come zona rossa o compresi in una zona rossa (7 della Campania), nonché per quelli di cui si è registrata la maggiore incidenza di contagi e decessi comunicati dal ministero della salute e accertati fino al 30 giugno 2020. Di questi 40 milioni, agli 81 comuni individuati come zona rossa vanno complessivi 22.719.200 euro; ai restanti 443 comuni, 17.280.800 euro.

Mentre 500 milioni, prima rata dei fondi del Dl Agosto, saranno destinati al complesso di comuni e province. Per i comuni sono state considerate per 250 milioni le esigenze aggiuntive in fatto di spesa sociale, e per 150 milioni quelle collegate al trasporto scolastico; 100 milioni i fondi assegnati alle Province. Di questi fondi beneficeranno 168 comuni per un totale di 1,5 milioni di studenti. Tra i comuni la più premiata sarà Roma con 14 milioni seguita da Napoli (8,7 mln), Milano (7,8 mln), Palermo (5,9 mln) e Torino (5,2 mln). Tra gli enti di area vasta la più premiata sarà la città metropolitana di Roma Capitale (6,7 mln) seguita da quella di Napoli (5,8), Milano (3,5), Torino (3 milioni), Catania e Salerno (2,4 mln cadauno) e Bari (2,2 mln).

Alla città doriana spetterà la somma di 270.821,56

ECCO L’ELENCO COMPLETO DEI COMUNI E L’IMPORTO DELL’ACCONTO: IN ORDINE ALFABETICO

L’utilizzo dei fondi dipenderà dalla situazione dei singoli Comuni, che in base alle loro esigenze finanzieranno gli interventi più necessari alla singola realtà locale.