Angri. Ennesima azione di vandali ancora senza volti

Con un post ed un comunicato stampa di alcuni giorni fa il sindaco Ferraioli dichiarò – “Angri, è una città videosorvegliata da mesi! Gli “occhi” elettronici sorvegliano da mesi molti punti della città, malgrado si continua a diffondere l’idea che bisogna attivare una rete di telecamere. La videosorveglianza è ormai una realtà. Adesso bisogna solo parlare di potenziare una rete già attiva da tempo. Noi rispondiamo con i fatti alle sterili e scontate critiche”. Tante le denunce ai carabinieri ma al momento ancora non sono stati beccati i criminali.

Ancora auto nel mirino dei ladri la notte scorsa., tra piazza San Giovanni e nei pressi del parcheggio dello Stadio P.Novi. Sembra il caso di dire che anche i furti diventino vintage.

Sembra di essere ritornati agli anni ’80, quando rubare stereo dalle auto era all’ordine del giorno. Da più di un mese ad Angri una banda di ladri sta creando disperazione e panico tra i residenti.

A tutte le ore del giorno vengono rotti finestrini di auto in sosta e rubati stereo, navigatori, e qualsiasi oggetto è presente nell’abitacolo. Una situazione che ha dell’incredibile.

Questa mattina ancora danni alle auto e querela contro ignoti (quattro denuncie stamattina), mi sa che di questo passo, qualcuno dovrà dare spiegazioni.

Forse ho capito, la colpa è della signora Maria, colpevole di aver steso la biancheria ed un colpo di vento ha fatto volare via  lo straccio  che si è andato a poggiare sulla videocamera della sorveglianza? Che dire, meglio prenderla con filosofia. Altrimenti ci arrabbiamo.

Intanto ogni mattina per i malcapitati concittadini dovranno far conto anche con una cospicua cifra per riparare il danno subito. Ma con chi ce la prendiamo?

L’ultimo spenga la luce.