Angri – E’ guerra a colpi di comunicati stampa tra “maggioranza” ed opposizione sulla sfiducia al sindaco Ferraioli

Non si placa la polemica sulla sfiducia al primo cittadino da parte degli undici consiglieri comunali di opposizione, Rita Amarante, Giancarlo Palmiro D’ambrosio, Luigi D’Antuono, Domenico D’Auria, Vincenzo Ferrara, Gianluca Giordano, Eugenio Lato, Pasquale Mauri, Alberto Milo, Annamaria Russo e Giacomo Sorrentino.

Nella nota a firma dell’opposizione si legge: Sciacalli e speculatori sulla pelle di un collega di maggioranza.
Undici consiglieri di minoranza, dopo una serie di Consigli Comunali in cui sono venuti fuori tutti i limiti e le deficienze dell’Amministrazione Ferraioli, hanno conseguenzialmente deciso di presentare una mozione di sfiducia per porre gli altri 13 consiglieri di fronte alle proprie responsabilità politiche e… morali.

Il gruppo leghista, invece di dare risposte politiche, la mette sul piano personale contro uno degli 11 consiglieri di minoranza (Pasquale Mauri) e poi, accusando erroneamente ed inopportunamente di “cinico calcolo politico” l’opposizione, dimostra tutta la propria ignoranza e carenza di sensibilità violando la privacy di un collega di maggioranza mettendo in piazza la sua malattia.

Innanzitutto la presenza o assenza di un consigliere di maggioranza è assolutamente ininfluente ai fini dell’approvazione della mozione.

Inoltre tirare fuori i problemi di salute di un consigliere di maggioranza per attaccare la minoranza questo sì dimostra cinismo politico e voglia di strumentalizzare la situazione per far credere agli angresi che gli antiFerraioli sono “brutti, sporchi e cattivi” mentre i leghisti sono “bravi e buonisti”. Pinocchio era un dilettante rispetto a costoro.

Accusare poi la minoranza di avere sete di potere è veramente fuori luogo visto che quasi la metà dei suoi consiglieri era in maggioranza e successivamente è passata all’opposizione non certo per irrefrenabile “sete di potere”. VERGOGNA !!!

Segue la firma dei undici Consiglieri Comunali di opposizione