Angri – Arriva il divieto di stazionamento sulle piazze della città

Nella serata arriva anche l’ordinanza contingibile e urgente a tutela dell’igiene e sanità pubblica a seguito dell’emergenza sanitaria da covid 19 – divieto di stazionamento su piazze e strade cittadine.

Il sindaco Ferraioli, richiamate le disposizioni nazionali e regionali emanate in relazione alla dichiarata emergenza sanitaria da covid-19, il costante aumento dei contagi su tutto il territorio comunale è necessario adottare un provvedimento contingibile e urgente che interdica al pubblico lo stazionamento nelle piazze e nelle strade cittadine, fatta salvo  la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali e alle attività legittimamente aperte, istituendo un allineamento ordinato e consono a mantenere le distanze, sotto la vigilanza dei titolari:

Ordina il divieto di stazionamento, con la sola possibilità di transito, sulle seguenti piazze cittadine:

• piazza S.Giovanni;
• piazza Doria;
• villa Comunale;
• piazzetta via Cervinia;
• piazza Annunziata;
• giardini di Viale Europa;
• piazza Don Enrico Smaldone;

Agli agenti della forza pubblica e alla polizia locale l’esecuzione della presente ordinanza,
salvo che il fatto costituisca reato, la violazione della presente provvedimento conseguirà l’applicazione della sanzione amministrativa da € 400,00 ad € 1.000,00, fatta salva la
ricorrenza di circostanze aggravanti così come previste dal medesimo articolo 4 testé richiamato.

L’Iniziativa 

Non so quando, né come si ricomincerà a poter ritrovare amici e conoscenti nelle piazze della nostra città per colpa del Covid, a dirla tutta penso di riportare un po’ di felicità in questa iniziativa con qualche notizia collegata ad una cartolina del mio archivio personale.

È un modo per promuovere i posti in cui viviamo, non sarà una quotidianità nelle pubblicazioni diversa da quella da cui siamo abituati, ma sarà un piacere fare i conti con un nuovo modo di comunicazione, di lavorare, di far vedere come era la nostra città.

JeanFranck Parlati