Anas Campania – Precisazioni sui lavori di realizzazione SS268 – Svincolo di Angri

NOTA STAMPA ANAS CAMPANIA – SS268 – SVINCOLO DI ANGRI

  • la realizzazione del nuovo svincolo di Angri rientra nel progetto approvato in sede di Conferenza dei Servizi del 2006;
  • la chiusura dello svincolo di Angri Nord della A3 non è di competenza Anas;
  • in fase di avvio lavori di miglioramento sulle viabilità comunali

In relazione alle notizie pubblicate negli ultimi giorni dalla stampa locale circa lo svincolo di Angri della SS268 “del Vesuvio”, Anas rappresenta ancora una volta che i lavori ultimati relativi alla realizzazione del nuovo svincolo, che prevedevano anche la realizzazione delle bretelle in direzione dei territori comunali di Angri e di Scafati, rientrano nel progetto cofinanziato dalla Regione Campania ed approvato in sede di Conferenza dei Servizi del 2006.

La messa in esercizio di tali opere può dunque avvenire nel rispetto di quanto sancito dalla Conferenza citata e nulla ha a che vedere né con gli ulteriori interventi di miglioria richiesti dai Comuni, né con la chiusura dello svincolo di Angri Nord dell’A3.

A tal proposito Anas precisa che l’incontro tenutosi giovedì 15 ottobre presso il Centro di Manutenzione Anas (sito in località Bagni del Comune di Scafati) è consistito in una riunione tecnica – convocata dall’Azienda – con i rappresentanti dei Comuni di Scafati, Sant’Antonio Abate ed Angri, volta a definire i dettagli del passaggio di consegne delle opere realizzate da Anas nell’ambito dell’appalto dei lavori di costruzione del 3° tronco della SS268 “del Vesuvio”, compreso lo svincolo di Angri; tale incontro, quindi, non verteva sulla non chiusura dello svincolo autostradale, in quanto Anas non è titolata ad assumere decisioni nel merito, poiché queste ultime spettano agli Enti competenti.

Per completezza d’informazioni, Anas fa comunque presente che gli ulteriori lavori di migliorie sulle viabilità comunali (rotatorie, impianti di illuminazione, etc.) precedentemente richiesti dai Comuni (ed avviati attraverso specifica Convenzione regionale) sono in fase di consegna da parte di Anas all’impresa aggiudicataria d’appalto, con avvio fissato – salvo imprevisti – entro la prima decade di dicembre.

Infine, i nuovi ed ulteriori interventi richiesti nell’ultimo periodo (principalmente dal Comune di Scafati) risultano di competenza della Regione Campania, quale Ente competente a valutare gli eventuali finanziamenti.