All’Unisa Einstein, Bohr, Bell, e la realtà fisica

Lunedì 16 dicembre, a partire dalle ore 15:00 presso l’Aula P2 (Edificio F3) del campus di Fisciano, si terrà l’incontro di studio dal titolo Einstein, Bohr, Bell, e la realtà fisica, con la partecipazione e l’intervento in qualità di relatore del prof. Philippe Grangier (Institut d’Optique, Palaiseau, France). Partendo dal dibattito tra Einstein e Bohr, l’incontro propone una lettura della meccanica quantistica nella sua tradizionale formulazione che la rende compatibile con il realismo fisico, secondo cui l’obiettivo della fisica è studiare sistemi del mondo naturale, esistenti indipendentemente dalla percezione di un particolare osservatore e obbedendo a regole universali e intelligibili. Invece di rielaborare il formalismo quantistico stesso, modifichiamo l’ontologia quantistica, richiedendo che le proprietà fisiche siano attribuite congiuntamente al sistema e al contesto in cui esso è incorporato. Unitamente ad un principio di quantizzazione, questa definizione non classica di realtà fisica pone in una nuova prospettiva e chiarisce le caratteristiche contro-intuitive della meccanica quantistica quali l’origine delle probabilità, la non località e il teorema di Bell.