Allarme BusItalia, summit dal Prefetto per i continui episodi di violenza

Agenti in borghese sugli autobus, 50 nuovi pullman videosorvegliati e cani antidroga: sono alcuni degli accorgimenti richiesti dai sindacati per garantire condizioni di sicurezza sui bus non solo agli autisti ma anche ai cittadini. BusItalia fino ad oggi si è fatta carico dei costi degli agenti di polizia privata sui bus ma la rete provinciale per il contrasto ai fenomeni di violenza, che vede a capo la prefettura di Salerno, punta a debellare definitivamente il problema.