Alfaterna-Eclanese 4-0, gran riscatto dei nocerini, partita senza storia

Riscatto casalingo immediato doveva essere, così è stato. Netto successo a Pecorari – dal valore doppio essendo stato colto con la diretta rivale salvezza Eclanese – per l’Alfaterna, apparsa rinfrancata, determinata e ben rimodellata dopo arrivi e partenze, oltre che dal cambio di modulo. quel 4-3-3 che consente a Sellitti di sfruttare alla perfezione la qualità e la rapidità di esterni come Di Ruocco e Ascione, scudieri esterni del centravanti Di Giacomo. Quattro under in campo dal primo minuto, assente per squalifica Natino in zona nevralgica. Partenza determinata al massimo, al 10′ il neo arrivato Paoluccio, italo-argentino, mette di poco fuori. Al 15′ serpentina di Liberato Ascione, entra in area, viene steso, va stesso lui a trasformare il rigore nel gol del vantaggio. Gran gol del raddoppio, al 19′, ad opera di Simone Di Giacomo, che controlla di sinistro e poi col destro piazza il pallone all’angolino da una ventina di metri. Partita chiusa o quasi qui, Eclanese praticamente ko, squadra in bambola e per certi versi rassegnata al peggio. Al 26 Jonathan Paoluccio segna il primo gol in Italia con una bella girata al volo su invito arrivatogli da Di Ruocco. Da segnalare, successivamente, anche una spettacolare azione Di Ruocco-Di Giacomo non coronato dal gol in più. Manca all’appello della voce marcatori per il tabellino odierno proprio Enzo Di Ruocco. Non si fa attendere e nemmeno pregare. Il quarto gol è roba sua, al 25′ della ripresa, con una finta mette a sedere il portiere avversario e sigla il poker.