Alberto Muraglia, il “vigile in mutande” del Comune di Sanremo, è stato assolto durante l’udienza preliminare.

Alberto Muraglia, il ‘vigile in mutande’ che timbrava il cartellino e tornava a casa all’interno del Comune di Sanremo, finito sotto inchiesta nell’indagine della Gdf sui furbetti del cartellino, è stato assolto con rito abbreviato durante l’udienza preliminare.

Lo stesso procedimento si è chiuso con 10 assoluzioni, 16 rinvii a giudizio e altrettanti patteggiamenti. Tra le accuse quella di truffa ai danni dello Stato.