Acerra, i 5 Stelle chiedono lo scioglimento del Consiglio Comunale

“Il sindaco di Acerra invece di essere processato è stato rieletto nel 2017: chiedo al ministro dell’Interno di valutare lo scioglimento del consiglio comunale”. La richiesta condita di accuse pesanti è stata letta, in diretta televisiva RAI da Montecitorio, durante un’interrogazione parlamentare, dal deputato M5S e componente della commissione bicamerale antimafia Antonio Del Monaco. “Un’inchiesta che va avanti ormai dal 2012 – ha esordito Del Monaco davanti al presidente della Camera, Roberto Fico, e agli altri parlamentari presenti – ha portato alla scoperta della pratica diffusa di una compravendita di voti ad Acerra, che riguarda la campagna elettorale del 2012 e quella del 2017. Diversi video – ha specificato il generale dell’Esercito nell’attacco diretto al sindaco Raffaele Lettieri – fatti recapitare alla polizia giudiziaria mostrano chiaramente come la compravendita dei voti interessi il primo cittadino, che invece di essere processato è stato eletto con un ballottaggio pilotato. Anche attivisti locali M5S e gli ambientalisti hanno depositato denunce su pratiche analoghe che fanno riferimento a una compravendita di voti per cifre che variano dai 20 ai 50 euro o anche a buste della spesa regalate alle famiglie dei potenziali elettori”.