Accadde Oggi. La “Marcia Nuziale “di Mendelssohn diventa ufficialmente una musica da matrimonio

6

Correva l’anno 1858. La figlia della Regina Vittoria d’Inghilterra, anch’essa Vittoria, convolava a nozze con Federico di Prussia.

Fidanzati ufficialmente nel 1856, Federico e Vicky si sposarono due anni dopo in Inghilterra e non a Berlino, dato che, secondo la regina Vittoria per gli Hohenzollern era un onore unirsi alla famiglia reale inglese, e pretese il matrimonio in Inghilterra anziché a Berlino, come sarebbe in realtà suggerito dall’etichetta.

La dote della principessa fu cospicua: il Parlamento britannico le assegnò una somma di 40000 sterline ed un’indennità di 8000 sterline l’anno. Il matrimonio fu sfarzoso ed elegante come si conveniva ad una coppia reale. La cerimonia si tenne il 25 gennaio 1858 presso la Chapel Royal del St. James Palace.

La giovane Vicky selezionò personalmente i brani da eseguire durante le nozze e fu lei, dunque, a decretare la consacrazione della Marcia Nuziale di Mendelssohn a musica da matrimonio, composta nel 1842 come partitura per “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare.

Si dice, in realtà, che ci sia stato un matrimonio precedente a questo che abbia ingaggiato questa stessa musica per festeggiare: sembra che la prima esecuzione del brano in un ambito di questo tipo sia avvenuta già il 2 Giugno 1847 presso la chiesa di San Pietro a Tiverton, sempre in Inghilterra.

Erano le nozze di Dorothy Carew e Tom Daniel che, però, non ebbero la stessa risonanza di quelle reali e, quindi, non contribuirono a rendere l’iconica “Marcia nuziale” così famosa. La maestosità e la giovialità delle nozze che unirono la corona inglese a quella prussiana furono senza precedenti al punto da “influenzare” il futuro della musica da matrimonio.