Accadde Oggi – Doppio compleanno per Carlo Verdone

Racconta  l’Italia ‘vera’. Ha impersonato l’italiano in tutti i suoi vizi e virtù, nevrosi e peculiarità: Carlo Verdone è uno di quegli uomini che ‘rappresenta’ l’Italia nel mondo.

Dopo innumerevoli successi lavorativi, oggi uno dei più grandi: compiere 70 anni e avere ancora il cuore di un ragazzo.

Compleanno ancora più speciale perché coincide con i 40 anni dall’uscita del film che ha iniziato la carriera cinematografica ‘in grande’: ‘Un sacco bello’ – il film che narra le avventure di Enzo, Leo e Ruggero nella Roma ferragostana dei primissimi anni’80.

L’ultimo anno non è stato piacevole per nessuno ma per Carlo Verdone ha visto una difficoltà in più da superare  e l’ha superata egregiamente.

A marzo, infatti, l’attore ha subito una duplice operazione alle anche dovuta al consumo del tessuto cartilagineo che lo affliggeva con forti dolori e difficoltà deambulatorie.

Verdone è uno ‘tosto’, uno ‘in gamba’, uno capace di dare vita a più di un personaggio nello stesso film; è un regista, uno sceneggiatore, un doppiatore ma soprattutto un uomo di grande cultura.

Il papà era docente universitario di Storia del Cinema ma ‘vivere il cinema’, ‘fare il cinema’ non era nei progetti del giovane Carlo il quale si era laureato a La Sapienza con 110 e lode in Lettere Moderne, seppure con una tesi sul cinema muto in Italia e diplomato anche in regia.

Tuttavia non è stato lui a cercare la carriera di attore quanto il cinema ha trovato lui con Sergio Leone. Considerato l’erede artistico di Alberto Sordi proprio per la capacità di rappresentare il tipico ‘uomo della Capitale’ degli anni Ottanta  che era l’archetipo dell’italiano medio, Verdone si discosta da questo appellativo ma riconosce l’importanza che ha avuto per la sua carriera ‘In viaggio con papà’ per la regia dello stesso Albertone.

Intanto, nel rimandare i festeggiamenti a tempi migliori, si attende nelle sale l’uscita di ‘Si vive una volta sola’ che doveva uscire quasi un anno fa.

A Carlo Verdone ancora cento di questi giorni e … di questi film!

Giuseppina Rita De Stefano