Abusi su allieve, in aula il racconto di una delle ragazzine

Udienza difficile quella che si è svolta ieri al Tribunale di Nocera Inferiore per il maestro di danze popolari accusato di abusi verso le due allieve. In aula, infatti, è stata ascoltata una delle due ragazzine bersaglio delle particolari attenzioni. La 12enne, seppur in lacrime, ha raccontato di come l’insegnante avesse avuto un rapporto più stretto con lei e un’altra ragazzina e delle eccessive attenzioni che aveva riservato ad entrambe. Ripercorso anche l’episodio del bacio sulle labbra che il maestro ha solo tentato con lei: si era trattato di una volta in cui le bimbe stavano andando via, e al classico saluto col bacio sulla guancia lui sembrerebbe essersi messo in “posizione” per ricevere/dare un bacio a fior di labbra alla piccola.

In aula ha parlato anche la mamma della ragazza, che ha spiegato ai giudici di essersi subito attivata con denuncia quando ha letto alcuni messaggi sul telefono della figlia. Dalle deposizioni sono emersi anche altri dettagli, come carezze e tentativi di approcci. Dichiarazioni difficili, rese in preda all’emotività da parte di entrambe.

Il maestro di musiche popolari è attualmente accusato di violenza sessuale tentata e di plagio, capo di imputazione che si è andato configurando analizzando tutte le avances trascritte come testimonianze. Insomma, secondo l’accusa l’uomo avrebbe provato ad indurre due ragazzine a nutrire un certo affetto per lui. Attualmente è ai domiciliari.