A Vietri concerto estivo dell’Orchestra Filarmonica Campana

Stasera alle 21.00 nella Villa Comunale di Vietri si terrà il primo concerto estivo dell’Orchestra Filarmonica Campana nell’ambito della rassegna “Vietri in Scena”. La serata è dedicata al maestro clarinettista Giovanni Procida, al quale è dedicata l’esecuzione del noto Concerto per clarinetto e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart, interpretato per l’occasione da Sabato Morretta. Completano il programma i Due pezzi per piccola orchestra di Frederick Delius e la Sinfonia n. 45 “degli Addii” di Franz Joseph Haydn.

Frederick Delius fu amico di Edvard Grieg, del quale subì un certo influsso nella sua produzione. È difficile dare un’idea della sua musica. Qualcuno l’ha definita impressionismo inglese. Molte influenze contribuirono a costruire quell’uomo complesso che si chiama Frederick Delius. Come Debussy, ruppe con ogni forma vigente: e la sua musica ha un che di spontaneo, di improvvisato che sembra derivato dalla sperimentazione al piano, di accordi cromatici esotici e voluttuosi. È una musica rapsodica, dalle forme libere, del tutto esente da classicismo. Le armonie a volte sono troppo ricche e addirittura dissonanti, ma non rassomigliano a quelle di nessun altro compositore.

La Sinfonia “Degli addii” di Haydn presenta un interesse poetico particolare in quanto espressione rappresentativa dello spirito “Sturm und Drang”, ossia del movimento preromantico inteso alla rivalutazione dell’elemento passionale in opposizione al razionalismo illuministico. Ne danno un saggio l’insolita tonalità minore (di fa diesis, che, diventando maggiore nel Minuetto, suona ancora più stravagante), il clima un po’ corrusco che pervade tutta la composizione, la segreta tensione che si avverte da cima a fondo. Ciò anche nell’Allegro assai senza introduzione dell’energico primo tempo e nell’ombroso Adagio del secondo tempo, coi violini con sordina.