22 febbraio, i fatti e i personaggi

1281 – Elezione di Papa Martino IV.
1288 – Consacrazione di Papa Niccolò IV.
1371 – Roberto II diventa re di Scozia, dando inizio alla dinastia Stuart, che otterrà la corona inglese con Giacomo I nel XVII secolo.
1495 – Re Carlo VIII di Francia entra a Napoli reclamandone il dominio.
1503 – Battaglia di Ruvo (battaglia tra spagnoli e francesi avvenuta presso Ruvo di Puglia)
1722 – Al King’s Theatre di Londra debutta il Griselda, opera seria di Giovanni Bononcini su libretto di Paolo Antonio Rolli.
1847 – Guerra messicano-statunitense: nella battaglia di Buena Vista 5.000 soldati statunitensi sconfiggono 15.000 messicani.
1848 – In Francia scoppia la rivoluzione contro re Luigi Filippo che darà vita alla Seconda Repubblica francese.
1862 – Jefferson Davis e Alexander Stephens si insediano ufficialmente quali presidente e vicepresidente degli Stati Confederati d’America.
1931 – A Castellammare di Stabia viene varata la Amerigo Vespucci, tuttora in servizio, ed utilizzata per l’addestramento degli allievi dell’Accademia Navale di Livorno.
1943 – I membri della Rosa Bianca vengono “processati” e giustiziati dal Volksgerichtshof.
1979 – L’isola di Saint Lucia ottiene l’indipendenza dal Regno Unito.
1980 – La Nazionale statunitense di hockey su ghiaccio sconfigge a sorpresa la squadra dell’Unione Sovietica alle Olimpiadi invernali di Lake Placid, nell’incontro noto come Miracolo sul ghiaccio.
1994 – Aldrich Ames e sua moglie vengono accusati dal Dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti di aver spiato per l’Unione Sovietica.
1997 – A Roslin (Scozia) scienziati annunciano il successo della prima clonazione di un mammifero da cellule di un individuo adulto, la Pecora Dolly.
2002 – Viene ucciso da militari governativi Jonas Malheiro Savimbi leader dell’UNITA.
2017 – La NASA comunica la scoperta di un sistema solare simile al nostro distante circa 39 anni luce.
2018 – Slovacchia: La ‘Ndrangheta uccide il giornalista slovacco Ján Kuciak e la sua compagna. Kuciak aveva sostenuto nel suo ultimo scritto, pubblicato postumo, l’esistenza di rapporti tra la ‘Ndrangheta calabrese e alcuni membri del governo Fico. Pochi giorni dopo il governo Fico III sarà costretto alle dimissioni.