Savoia, beffa a Taranto: cade al 91′ tra le proteste

I tifosi del Savoia a Taranto

La beffa arriva nel finale e Sasà Campilongo perde la sua imbattibilità da quando è alla guida del Savoia. I bianchi fermano a dieci la loro serie di imbattibilità, colpa della rete di Croce al 91’ che regala il successo alla capolista Taranto in una gara bellissima dal punto di vista dell’agonismo e dell’atteggiamento tattico. La squadra di Torre Annunziata resiste fino al recupero, nel primo tempo va anche vicina al gol e ha le occasioni migliori con Reikik e l’ex di turno Diakite, ma nella ripresa il Taranto spinge e potrebbe subito sbloccare il match con Favetta. Il Savoia è bravo a difendersi anche se è costretto poi a farlo in 10 uomini per l’ingenuità di Nives che incassa la seconda ammonizione. La retroguardia oplontina e Savini, però, sono sempre attenti, fin quando al 91’ Croce non super Savini partendo in posizione dubbia e scatenando le proteste della squadra di Campilongo, brava ad aver tenuto testa alla formazione di Panarelli che ha creato pochissimo anche in superiorità numerica per la grande organizzazione oplontina. La beffa, però, era dietro l’angolo e probabilmente senza la svista arbitrale sulla posizione di Croce i bianchi avrebbero proseguito nella loro striscia positiva arrivando a 11 risultati di fila.