Monte San Giacomo. Ammanchi nei conti postali, ex direttrice nei guai

105

Un milione di euro circa sottratto a una 60ina di risparmiatori. È stata rinviata a giudizio con questa pesantissima accusa l’ ex direttrice dell’ufficio postale di Monte San Giacomo. La decisione è stata presa dal gup del tribunale di Lagonegro. La donna dovrà rispondere di peculato, falso ideologico e falso in scrittura privata, e non sarà sola: con lei anche altre cinque persone, tra le quali figlio e parenti.

Tutto era partito dalla denuncia di una famiglia che si era ritrovata soldi in meno sul proprio conto. In quella circostanza intervenne la Guardia di Finanza che iniziò un lunghissimo lavoro di indagine. Dalle ricostruzioni è emersa la possibilità che l’ex direttrice, avendo il controllo del sistema di gestione on line dei conti correnti postali, abbia potuto muovere del denaro sottraendolo dai conti dei risparmiatori.