Apple, l’iPhone compie oggi 10 anni

Era il 9 gennaio 2007 quando durante la conferenza di apertura del Macworld di San Francisco Steve Jobs presentò il primo melafonino della storia. In jeans, scarpette da ginnastica, Jobs presentò a tutti quello che avrebbe cambiato completamente il modo di concepire il telefono. Gli appassionati lo ricorderanno ancora: “Questo è un giorno che ho aspettato con ansia per due anni e mezzo – aveva detto – Ogni tanto, viene avanti un prodotto rivoluzionario che cambia tutto (…) Bene, oggi, stiamo introducendo tre prodotti rivoluzionari di questo tipo”. Un iPod con controllo touch, un telefono e un device per navigare in rete. Tutti in un solo dispositivo. L’innovazione era proprio quella: un telefono che non avesse più la tastiera, che avesse un grosso display dove muovere tutto con il dito. “Oggi Apple ha reinventato il telefono”, concluse Jobs mentre la platea ancora non credeva a quanto stesse vedendo. Il nuovo dispositivo, sottile, presentava già all’epoca pochissimi tasti. Uno per l’accensione, uno per il volume e uno generale che chiudesse quelle che furono definite come “app”, applicazioni, e che riportasse alla schermata principale.

Jobs stupì tutti con una serie di esperimenti fatti nel corso della presentazione. Cercò uno Starbucks a San Francisco attraverso l’app Mappe e, una volta fatta partire la chiamata, ordinò 4000 caffè per quanti erano i presenti. Per poi dire alla centralinista “ho sbagliato numero”. Scelse il Duomo di Firenze da far vedere sul maxischermo per mostrare la funzione “Foto”, e “I love these guys” dei Red Hot Chili Peppers per mostrare la funzione musica (simile all’iPod). Il nuovo device costava tantissimo, 499 dollari il 4 gigabyte, in Italia arrivò solo 6 mesi dopo, ma fu un successo inaudito. Al punto che il Time lo dichiarò prodotto dell’anno.

fonte: Rainews